Dove siamo
Val di Non
Tuenno - 
Lago di Tovel

Sei qui: Home > Territorio > Lago di Tovel > Forme di dissoluzione


Forme di dissoluzione

 



P. Ferretti/Arch. MTSN

Dei solchi irregolari attraversano i blocchi di roccia calcarea lungo gran parte della sponda settentrionale ed occidentale del Lago di Tovel.
Il calcare, a differenza di altre rocce, subisce l’attacco degli acidi e viene facilmente corroso.
In natura bastano piccole quantità di anidride carbonica disciolta nell’acqua per creare soluzioni leggermente acide in grado, a lungo andare, di dissolvere il calcare.
Tutti i fenomeni collegati a simili processi di discioglimento prendono il nome di carsismo. Il termine deriva dalla regione del Carso, al confine tra Italia e Slovenia, dove il fenomeno è particolarmente diffuso.
Le scanalature presenti sulle rocce in questa zona vengono chiamate vermicolazioni o lapies lacustri e rappresentano una particolare forma di carsismo, detta fitocarsismo. In questo caso è la produzione di significative quantità di anidride carbonica in seguito all’attività biologica di alghe e microrganismi, a rendere le acque sufficientemente aggressive da disciogliere la roccia.
Tali strutture apparentemente insignificanti sono importantissime per ricostruire l’evoluzione del Lago di Tovel. Trovandole fino alla quota di 3 metri sopra l'odierno livello del lago e considerato che possono formarsi nei pressi o al di sotto della sua superficie, è logico immaginare che in passato il livello del lago si trovasse 3 metri al di sopra di quello attuale.


Calcare + acido = corrosione calcare

Acqua + CO2 = soluzione acida

Calcare + acqua + biologia alghe = corrosione calcare