Detriti Rocciosi
Torrente
Bosco di latifoglie
Bosco di conifere
Praterie alpine
Pareti rocciose

Sei qui: Home > Natura > Lago

Lago
 


M. Cantonati Arch. MTSN


A differenza del torrente, in perenne tumultuoso fluire, l’acqua del lago è fondamentalmente ferma, talvolta soggetta a deboli correnti orizzontali per la presenza di immissari ed emissari o a movimenti verticali dovuti a differenze di temperatura tra la superficie e gli strati profondi. Tuttavia, nonostante la quiete, l’ambiente di un lago di montagna, qual è Tovel, è comunque notevolmente selettivo per gli organismi che vi abitano, e devono essere in grado di resistere a basse temperature, sopravvivere a lunghi periodi di gelo invernale e confrontarsi con la povertà di risorse nutritizie a disposizione (laghi oligotrofici).

Lago di Tovel: alcune caratteristiche
Il lago di Tovel è suddivisibile in due bacini a profondità diverse, il grande bacino di nordest con acque profonde (fino a 38,5 m) ed il bacino minore di sudovest (la cosiddetta “Baia Rossa”, fino a 5 m di profondità).

La superficie del lago è di 0,38 Km ² , il volume è di 7,37 106 m³; il perimetro è di 3480 m; la lunghezza massima misurata sulla direttrice nordest-sudovest sorpassa di poco i 1000 m e la larghezza lungo la direttrice nordovest-sudest è di 750 m.

Le coste sono poco articolate; nel grande bacino di nordest le rive scendono molto rapidamente fino all’isobata di m 35 circa; il fondo racchiuso dall’isobata di m 38 è quasi pianeggiante. Nel bacino sudovest la profondità è minima e le rive scendono dolcemente; in occasione di forti abbassamenti di livello il bacino sud-occidentale rimane separato dal grande bacino (periodo invernale).

Il fondale ha natura varia: nella porzione del lago più grande è costituito da limo fine prevalentemente minerale frammisto a detrito organico; nella “Baia Rossa” è invece prevalentemente di natura ghiaiosa.

Il tempo di residenza delle acque nel bacino è molto variabile di anno in anno e di mese in mese. In particolari giornate si sono registrati innalzamenti del livello del lago di un centimetro l'ora.

Coerentemente con la natura geologica del substrato, il bilancio ionico del lago è dominato da bicarbonato e calcio e il pH è generalmente superiore a 8. La concentrazione di ossigeno inizia a diminuire rapidamente a profondità superiori ai 20 m per raggiungere concentrazioni praticamente nulle oltre i 32 m di profondità. Al momento è considerato un lago poco produttivo (oligotrofico) per un basso contenuto del nutriente fosforo (sempre al di sotto dei 10 µg L¯¹ ).


Biscia dal collare
Biscia tassellata
Rana di montagna
Rospo comune
Salmerino alpino
Sanguinerola
Toporagno acquatico
Zoobenthos
Zooplancton

Alga Chara aspera
Carici ripari
Diatomee bentoniche
Fitoplancton
Pinguicola
Ranuncolo acquatico