Ambienti
Fauna
Flora

Sei qui: Home > Natura > Geologia


 GEOLOGIA

Descrizione generale Detriti rocciosi Il torrente
Il Lago Le pareti rocciose Le praterie alpine

Descrizione generale Val di Tovel
La Val di Tovel, lunga circa 17 chilometri, è situata nella parte settentrionale delle Dolomiti di Brenta. Nella potente successione calcareo-dolomitica che vi affiora troviamo, nella parte inferiore, più antica, rocce risalenti a circa 220 milioni di anni fa (Triassico superiore); salendo, terreni man mano più recenti del Giurassico e, nella parte sommitale, del Cretacico (circa 65 milioni di anni).
L’azione modellatrice prodotta dai ghiacciai durante l’ultima era geologica, il Quaternario, ha contribuito a caratterizzare la forma dei rilievi (orografia).

All’azione dei ghiacciai si deve la tipica forma a U della valle che, nel settore meridionale, presenta un fondo allargato ingombro di depositi morenici e di frana, racchiuso da pareti rocciose quasi verticali; per contro, nel settore settentrionale, l’incisione si fa via via più stretta, grazie all’azione erosiva del torrente Tresenga che ha prodotto la suggestiva forra all’imbocco della valle.
Il celeberrimo lago si trova ad una quota di 1177 m.s.l., circa a metà della valle. E’ incastonato entro un gigantesco complesso di detriti conosciuti come “marocche”, costituiti almeno nella porzione superficiale da massi di grandi dimensioni.

Questi occupano interamente il fondovalle per una fascia lunga circa 9 km nel settore centrale della Val di Tovel.